© Augusto De Luca

                     James Senese                                                                               Lina Sastri 


***

“Feeding on Content & Form”

An interview with Italian photographer Augusto De Luca

  by Chuck Haupt Photo Editor Augusto De Luca graduated in law, then in the mid-1970s became a professional photographer working along the boundary line between traditional and experimental photography. With his style, he has been going through multiple photography genres, making use of many materials, always trying with his snapshots to enhance primary elements, minimal expression units that make up images in which shapes and signs combine in a way that is reminiscent of metaphysical atmospheres. His photographs have been exhibited by many galleries. De Luca is the author of record covers, advertising campaign pictures and photography books

 Walhalla Band

You have a truly unique lighting style; how do you see the light?

 The light improves but its shadow erases, thus giving the image its depth, its third dimension and its subtractive properties. I believe that commitment and technical ability can be achieved through one’s will and study, while fantasy and passion are more precious because they are innate and inescapably peculiar goods.

Riccardo Dalisi

Why is it important to convey emotions in your photography?

 All my photographs filter through EMOTION, through the relationship that I establish with the place where I portray myself. Whenever I see something that fascinates me, I start to turn it around to find MY frame. I work on myself and on the city at the same time.

Nino Longobardi

What goes through your mind when you make a photograph?

I need the geometry to set the grammar of the expressive language of the image. The structural skeleton, the composition and the geometric arrangement provide a perspective from which one can read the image; otherwise we would do what the Dadaists did when they put the words in a small bag and then pulled them out randomly to compose a poem.

Luigi Mazzella

Why is it important to define your style? Does it ever change?

An incipient Mother Man has always inhabited my innermost self; creativity has always been my partner. I tried to express myself in a very precise style, but through all kinds of materials and formats. I would like to find out how my creativity develops in different circumstances.

Iabo (artist) 

Is your photography fiction or reality?

I feel like a sailor, or rather, as an explorer of the immense universe of art. The artist is a discoverer in search of the keys that open the door to emotions and feelings. Art is the place where rationality, fantasy, truth and fiction mix together in a detonating mixture.

Cardinal Crescenzio Sepe

What makes a great photograph?

Great photography comes at the right time, but it also needs the right cut that enhances that precise moment. Photography has to feed on both content and form; if it renounces one for the other it will not last.

Ciak Band

Why is it important for you to realize the image, not just using your eyes, but also using your emotions, essentially your soul?

I have more souls, coming out month after month, year after year. I am a photographer, an artist, a lawyer, a collector, a musician. I am all this, I do not throw away anything, I only allow my different souls to take turns. If you take pictures for the good of others, your true essence will never go out, you’ll end up doing other things already done, just because you know people like them. My photographs convey my ideas, passions, monsters, who I am and what I have in mind.

Fabio Donato

I searched your name on the internet and saw you have many sites where you have posted your photos. How important are social media these days for a photographer?

 Very. I think it’s very important that your photos are seen by many people. The writers and the Neapolitan street artists would say that I do “bombing”.

Enrico De Maio

When you decided to become a photographer, who were the photographers that influenced you the most?

 Bill Brandt, Irving Penn, Richard Avedon, Annie Leibovitz.

OK, now the nuts and bolts … Do you shoot digital or film?

Now only digital. I first shot with my Hasselblad 500cm and loved the Tri-X 400 Kodak film.

Which video camera format do you use most?

I love the square format.

 Enzo Avitabile

Why do you prefer black and white over color?

No, if you see on the internet I have photographed for many years in color. I also used Polaroid. I would say that I have tried them all, but for some years I have been adoring black and white for its essence and ability to make an image metaphysical.

__________________________________________________________

  Augusto De Luca, laureato in giurisprudenza, è diventato fotografo professionista a metà degli anni ’70, lavorando lungo la linea di demarcazione tra fotografia tradizionale e fotografia sperimentale. Con il suo stile, ha attraversato diversi generi di fotografia, utilizzando molti materiali, provando sempre con le sue istantanee a migliorare elementi primari, unità di espressione minime che compongono immagini in cui forme e segni si combinano in un modo che ricorda metafisica atmosfere. Le sue fotografie sono state esposte da molte gallerie. De Luca è l’autore di copertine di dischi, immagini di campagne pubblicitarie e libri di fotografia.

Hai uno stile di illuminazione davvero unico, come vedi la luce?

La luce migliora ma la sua ombra cancella, dando così all’immagine la sua profondità, la sua terza dimensione e le sue proprietà sottrattive … Credo che l’impegno e l’abilità tecnica possano essere raggiunti attraverso la propria volontà e lo studio, mentre la fantasia e la passione sono più preziose perché sono beni innati e ineludibilmente peculiari.

Perché è importante trasmettere emozioni nella tua fotografia?

tutte le mie fotografie filtrano attraverso EMOTION, attraverso la relazione che stabilisco con il luogo in cui mi ritraggo. Ogni volta che vedo qualcosa che mi affascina, comincio a girarlo per trovare MY MY frame. Lavoro su me stesso e sulla città allo stesso tempo.

Cosa ti passa per la mente quando componi una fotografia?

ho bisogno della geometria per impostare la grammatica del linguaggio espressivo dell’immagine. Lo scheletro strutturale, la composizione e la disposizione geometrica forniscono una prospettiva da cui si può leggere l’immagine; altrimenti faremmo ciò che facevano i dadaisti quando mettevano le parole in una piccola borsa e poi le tiravano fuori a caso per comporre un poema.

Perché è importante definire il tuo stile? Cambia mai?

un incipiente Madre Uomo ha sempre abitato il mio io più profondo; la creatività è sempre stata la mia compagna … Ho cercato di esprimermi in uno stile molto preciso ma attraverso tutti i tipi di materiali e formati. Vorrei scoprire come si sviluppa la mia creatività in circostanze diverse …

La tua fotografia è finzione o realtà?

Mi sento un marinaio, o meglio, come un esploratore dell’immenso universo dell’arte. L’artista è uno scopritore alla ricerca delle chiavi che aprono la porta alle emozioni e ai sentimenti. L’arte è il luogo in cui razionalità, fantasia, verità e finzione si mescolano in una miscela detonante.

Cosa rende una grande fotografia?

La grande fotografia arriva al momento giusto, ma ha anche bisogno del taglio giusto che esalta quel preciso momento … La fotografia deve nutrirsi sia del contenuto sia della forma, se rinuncia all’uno per l’altro non durerà.

Perché è importante per te realizzare l’immagine, non solo usando i tuoi occhi, ma anche usando le tue emozioni, in sostanza la tua anima?

Possiedo più anime, che escono mese dopo mese, anno dopo anno. Sono un fotografo, un artista, un avvocato, un collezionista, un musicista. Io sono tutto questo, non butto niente, permetto solo alle mie diverse anime di fare a turno … Se fai delle foto per il bene degli altri, la tua vera essenza non uscirà mai, finirai col fare cose già altre fatto, solo perché sai che persone come loro … Le mie fotografie trasmettono le mie idee, passioni, mostri, chi sono e cosa ho in mente.

Cerco il tuo nome e vedo che hai molti siti in cui hai postato le tue foto. Quanto sono importanti i social media in questi giorni per un fotografo?

Molto. Credo che è molto importante che le tue foto vengano viste da tante persone. Direbbero i writers e gli street artists napoletani che io faccio ”bombing”.

Quando hai deciso di diventare un fotografo, quali sono i fotografi che ti influenzano maggiormente?

Bill Brandt, Irving Penn, Richard Avedon, Annie Leibovitz.

Ok, ora i dadi e bulloni … Spari digitale o film?

Ora soltanto digitale…..prima sparavo con la mia Hasselblad 500/cm e adoravo la pellicola Kodak Tri-x 400.

Quale formato di videocamera usi di più?

Adoro il formato quadrato.

Perché preferisci il bianco e nero sul colore?

No, se vedi su internet io ho fotografato per tanti anni a colori. Ho utilizzato anche la Polaroid. Direi che le ho provate tutte, ma da qualche anno adoro il bianco e nero per la sua essenzialità e capacità di rendere metafisica un’immagine.

 

All photographs used by permission and copyrighted © by Augusto De Luca

See more of De Luca’s photography by visiting: http://ndmagazine.net/photographer/augusto-deluca/ http://www.edueda.net/index.php?title=Augusto_De_Luca
  This e-interview with Augusto De Luca was conducted in January-February  2018. About the interviewer: Chuck Haupt is photography and layout editor of Ragazine.CC. You can read more about him in About Us.